Quantcast
Cronaca

Contrabbando, container sospetto nel porto di Genova: sequestrati 513 mila medicinali e 860 litri di alcol

guardia di finanza, sequestro porto genova voltri

Genova. Grazie al quotidiano monitoraggio delle merci provenienti da Paesi extracomunitari che sbarcano nel porto di Genova e alla consueta attività d’intelligence volta a selezionare spedizioni potenzialmente illecite, i finanzieri in servizio al porto di Genova hanno individuato un container sospetto proveniente dall’estremo oriente e destinato ad un’impresa operante in Lombardia.

I militari, congiuntamente ai funzionari della locale Agenzia delle Dogane, hanno richiesto lo svuotamento del container per la verifica fisica della merce trasportata. L’operazione ha consentito di individuare, nascosti tra gli oggetti regolarmente dichiarati, oltre 513.000 specialità medicinali, costituite principalmente da farmaci di ogni genere, oltre che da presidi medico-chirurgici, dispositivi diagnostici ed integratori alimentari privi delle necessarie autorizzazioni, nonché 1.720 bottiglie di distillato alcolico, per un totale di 860 litri di prodotto, introdotti in contrabbando nel territorio dello Stato.

L’importatore è stato denunciato a piede libero per i reati di contrabbando, importazione di medicinali senza autorizzazione, violazioni in materia di accise e falso e la merce è stata sottoposta a sequestro.