Quantcast
Cronaca

Call center, sportelli, calcolo online e informazione capillare: da Tursi ecco l’assistenza per Imu e Tasi

caf tasi imu 730

Genova. Call center, sportelli ad hoc, il sistema di calcolo online, e una rete, con l’ausilio delle associazioni di consumatori e sportello del cittadino, di prima informazione per raggiungere capillarmente e in modo corretto i genovesi alla presa con la nuova Tasi. Sono queste le misure che Tursi ha messo in campo per evitare lo smarrimento generale a ridosso della scadenza della prima rata (16 giugno) e l’assalto, già in corso ai Caf.

Per avere informazioni generali si può chiamare il call center 800 184913 attivo da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18, “con un servizio di recall nel caso la persona non riesca a prendere la linea – ha spiegato oggi Piera Castagnacci, direzione politiche delle entrate e tributi del Comune di Genova – stiamo poi testando il sistema calcolo Tasi, simile al precedente per l’Imu”. Il tempo di inserire detrazioni e aliquote specificamente genovesi, e sarà on line.

“Contiamo di metterlo in linea venerdì mattina”, ha annunciato Castagnacci, data in cui saranno attivi anche gli sportelli al secondo piano del Matitone (dove fisicamente c’è il front office Ici Imu ecc) che Tursi mette a disposizione per il calcolo Tasi. Questi sportelli ad hoc ricevono solo su appuntamento, fissabile tramite call center oppure tramite agenda on line sul sito del Comune.

Anche nei vari sportelli del cittadino, sparsi sul territorio, sono a disposizione opuscoli con informazioni di carattere generale e ipotesi di calcolo.

“Inoltre il 21 maggio è partita la formazione per gli addetti delle associazioni dei consumatori (una ventina di sportelli) per raggiungere capillarmente la cittadinanza – ha concluso Castagnacci – Incontreremo anche i Caf che sappiamo essere presi d’assalto”.