Quantcast

Caccia, la Regione Liguria modifica la legge: a febbraio doppiette libere fino al 10

Liguria. Il Consiglio Regionale della Liguria ha approvato la proposta di legge di Francesco Bruzzone che modifica le norme sulla protezione della fauna omeoterma e sul prelievo venatorio.

“In particolare, per quanto riguarda i tempi di caccia, la legge introduce la possibilità di regolamentare il prelievo nel mese di febbraio sino al 10 – ha spiegato Bruzzone – e per quanto riguarda l’applicazione della direttiva comunitaria dispone la modalità con cui applicare in modo corretto il prelievo in deroga per le specie di avifauna non comprese nell’elenco delle cacciabili”.

“Si precisano inoltre quali sono i soggetti avvalendosi del supporti dei quali, la Regione, può promuovere iniziative volte alla formazione e riqualificazione dei cacciatori; si stabiliscono le procedure con le quali vengono approvati ed entrano in vigore i Piani faunistici venatori provinciali, e vengono ripartiti i proventi delle tasse regionali pagate annualmente da chi esercita l’attività venatoria” ha aggiunto Bruzzone.

“Tali nuovi criteri di riparto, oltre a garantire alla Regione le adeguate risorse per gli adempimenti di legge e per l’incremento degli studi e delle ricerche scientifiche a sostegno del prelievo venatorio, si basano sul principio di indicare alle Province come devono essere finalizzati i fondi messi a loro disposizione evitando distrazioni extracaccia” ha spiegato Bruzzone.