Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bufera sulla Carige, Giovanni Berneschi accompagnato in carcere: avrebbe depistato le indagini (Video)

Genova. Giovanni Berneschi, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e riciclaggio, di falso in bilancio e di ostacolo all’attività di vigilanza (questi ultimi due capi gli sono stati imputati ieri dalla Procura), è uscito di casa poco prima delle 18, scortato dai finanzieri, che lo hanno accompagnato presso il carcere di Pontedecimo.

carige, arresto giovanni berneschi

L’ex presidente di Banca Carige, preceduto dal suo avvocato Maurizio Anglesio, è uscito in maglietta, tenendo in mano una cartellina, ed è apparso piuttosto provato. L’auto con a bordo Berneschi era scortata da una vettura “civetta” dei finanzieri. Il provvedimento, che sostituisce gli arresti domiciliari, sarebbe stato disposto dagli inquirenti perché Berneschi avrebbe violato il divieto di contatti esterni al di fuori dell’ambito familiare.

In particolare, due telefonate intercettate ieri mattina, partite dal cellulare della moglie dell’ex presidente di Carige, sono all’origine dell’aggravamento della custodia cautelare sollecitato dai pubblici ministeri Piacente e Franz. Secondo quanto appreso, gli inquirenti hanno compreso che Berneschi stava dando disposizioni di tipo finanziario tramite la moglie secondo una specie di ‘codice’ già decrittato dagli inquirenti. Una volta ascoltata la telefonata i pubblici ministeri hanno immediatamente chiesto l’aggravamento della misura restrittiva, dai domiciliari al carcere.

Nel pomeriggio sono state anche eseguite perquisizioni a casa dell’ex presidente di Carige e “in altri luoghi di pertinenza delle indagini.