Quantcast
Cronaca

Bufera su Expo 2015, arrestato Luigi Grillo: nell’inchiesta anche i nomi di Berlusconi, Previti e Letta

Luigi Grillo, senatore Pdl

Agg.h.11.Nelle carte dell’inchiesta sull’Expo che ha portato in carcere Primo Greganti e altre 5 persone, compaiono, a quanto si è appreso, i nomi di Silvio Berlusconi, Cesare Previti e Gianni Letta, che però non risultano indagati.

 

Angelo Paris, direttore Pianificazione e Acquisti di Expo 2015, è stato arrestato dal giudice delle indagini preliminari Fabio Antezza.

Gli arresti sono stati eseguiti nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto della Dda di Milano Ilda Boccassini e dai pm Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio e condotta dal Nucleo di polizia tributaria della Gdf di Milano.

In totale sono state emesse 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere e una agli arresti domiciliari. In carcere è finito Angelo Paris, direttore della pianificazione acquisti della Expo 2015. Ordinanze di custodia in carcere anche per l’ex parlamentare della Democrazia Cristiana Gianstefano Frigerio, per l’ex parlamentare di Forza Italia Luigi Grillo, ora esponente del Nuovo Centro Destra, per Primo Greganti, storico esponente del Pci coinvolto in Mani Pulite, per l’intermediario genovese Sergio Catozzo, già segretario ligure dell’Udc, e per l’imprenditore Enrico Maltauro.

E’ stato raggiunto, invece, da un’ordinanza di arresti domiciliari Antonio Rognoni, ex Dg di Infrastrutture Lombarde, già arrestato nelle scorse settimane nell’ambito di un’altra inchiesta con al centro una serie di irregolarità negli appalti delle più importanti opere pubbliche in Lombardia, tra cui anche alcune gare relative all’Expo.

L’inchiesta è una delle indagini citate, a quanto si è saputo, dal procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo, a capo del pool ‘Pubblica Amministrazione’, nell’esposto da lui presentato al Csm contro il procuratore Edmondo Bruti Liberati per lamentare una serie di irregolarità nell’assegnazione dei fascicoli.

“Sono completamente estraneo alla vicenda. E sono molto sorpreso dell’arresto. Sono certo che riuscirò a dimostrare la mia estraneità a quanto mi viene contestato”. Sono le parole dell’ex senatore del Pdl, Luigi Grillo, affidate al suo legale, l’avvocato Andrea Corradino nei pochi minuti in cui si sono visti dopo l’arresto di questa mattina. “Aspettiamo di vedere gli atti – ha detto l’avvocato Corradino -. Ma sono certo che il senatore non c’entri nulla in tutta questa vicenda”.

Più informazioni