Quantcast
Cronaca

Arresto Claudio Scajola, oggi l’interrogatorio dell’ex ministro

arresto scajola

Si svolgerà stamattina, nel carcere romano di Regina Coeli, il nuovo interrogatorio dell’ex ministro Claudio Scajola, arrestato giovedì scorso dalla Dia di Reggio Calabria con l’accusa di procurata inosservanza di pena a favore dell’ex deputato Amedeo Matacena, che nel corso dell’interrogatorio di garanzia l’ex ministro si era avvalso della facoltà di non rispondere.

Intanto sono ancora in Liguria quasi tutte le carte sequestrate Scajola ed è qui che gli inquirenti reggini si sposteranno la settimana prossima per consultarle.

Gli archivi, composti da centinaia di faldoni, sono stati trasferiti nella sede della Dia di Genova e non verranno portati in Calabria: vista l’imponenza e la delicatezza della documentazione acquisita, i sostituti Giuseppe Lombardo e Francesco Curcio e il procuratore Federico Cafiero De Raho hanno preferito dunque evitare trasferimenti e visionare direttamente in Liguria i faldoni.

A Reggio sono invece arrivati cinque scatoloni di documenti sequestrati a Scajola: si tratterebbe delle carte che ad una prima analisi avrebbero una connessione diretta con l’indagine sulla latitanza di Matacena. Tra queste, lo scritto attribuito all’ex presidente del Libano, Amin Gemayel, l’appunto dell’ex ministro che conterrebbe un promemoria sulle cose da fare per l’organizzazione della latitanza e diverse agende.