Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Selesta Ingegneria e i contratti di solidarietà (un anno dopo): dagli esuberi scongiurati alla ripresa

Più informazioni su

Genova. Dal rischio esuberi alla tranquillità, dopo un anno di passione. E’ la storia di Selesta Ingegneria che, solo pochi mesi fa, voleva licenziare per essere più competitiva. Un piano che prevedeva 110 esuberi e che Fiom Cgil, la rappresentanza sindacale unitaria e i lavoratori respinsero al mittente.

Selesta Ingegneria, che ha sede a Sampierdarena e sito produttivo a Sestri Ponente, continua ad occuparsi a livello informatico di controllo accessi e ad occupare 237 dipendenti. Per resistere alla crisi e portare avanti una effettiva riorganizzazione industriale, la Fiom Cgil individuò nei contratti di solidarietà lo strumento migliore.

Trascorsi 12 mesi, il quadro è cambiato radicalmente. L’azienda si è riorganizzata operativamente, ha consolidato fette di mercato che altrimenti, con una procedura di mobilità e quindi con i licenziamenti, sarebbero andate perse.

La scorsa settimana la Direzione di Selesta Ingegneria ha comunicato alla rappresentanza sindacale unitaria che il Contratto di Solidarietà terminerà alla sua normale scadenza annuale di maggio e non verranno utilizzati i successivi 12 mesi, previsti nell’accordo sindacale, in quanto non c’è più bisogno. La produzione, insomma, tornerà ad orario completo per tutti i dipendenti.