Quantcast

I porti tra immaginario e futuro, a palazzo San Giorgio le illustrazioni degli studenti di arte

Genova. Inaugurerà il prossimo 15 maggio la mostra “Porti del mare, collegamenti del pianeta. Vite Culture, mercanzie. Crocevie per il futuro”, la prima delle 4 mostre italiane del progetto EurHope, con 80 illustrazioni realizzate dai finalisti al concorso e da alcuni dei migliori studenti di Accademie di Belle Arti di Genova e Perugia, Istituto europeo di Design di Torino e Milano, realizzato in collaborazione con l’autorità portuale di Genova.

Una giuria internazionale presieduta da Ivo Milazzo, fumettista di fama internazionale e creatore di del personaggio di Ken Parker, ha individuato i finalisti del concorso e i vincitori. Il progetto ha la propria originalità nell’unire realtà dell’arte dell’illustrazione e del mondo dell’immaginazione a reti e realtà private, istituzionali, pubbliche portando l’approccio dell’arte su temi concreti, come quello del porto.

“I ragazzi si sono espressi in maniera variegata e molto personale – ha spiegato Ivo Milazzo, fumettista di fama internazionale, disegnatore di Ken Parker e Tex, presidente della giuria – ci sono vari stili ma lo straordinario di questo mestiere è proprio vedere come una sola idea possa essere rappresentata in molte maniere”.

Al progetto EurHope, si e’ affiancata, in questa edizione, la collaborazione tra l’Accademia Ligustica e l’Autorita’ Portuale di Genova sulla comunicazione dello scalo. “Noi, come accademia, abbiamo fatto anche un lavoro piu’ specifico – spiega Mario Benvenuto, docente di Design all’Accademia Ligustica di Genova – e i giovani artisti si sono appassionati nella scoperta di questa entita’, fondamentale per Genova anche se, a volte, un po’ enigmatica”. “La speranza e’ quella di coagulare queste importanti ispirazioni artistiche – ha sottolineato Giovanni Battista D’Aste, segretario generale dell’Autorità Portuale di Genova – per dare un tocco di piacevolezza a una campagna promozionale seria, come potrebbe essere quella del Porto di Genova.

La speranza e’ quella di giungere a qualcosa di positivo, di allegro, ottimista, che ci consenta, attraverso il mix di tante emozioni presente in queste opere di dare l’immagine migliore del nostro scalo”. Dopo Genova le opere saranno esposte a Milano, Perugia e San Benedetto del Tronto.

Più informazioni