Quantcast
Economia

Piaggio Aero, trattativa rotta. Ma Burlando spera: “Fatti passi avanti, a Roma possiamo farne altri”

Genova. “Qualche positivo passo in avanti era stato fatto, ci si augurava che se ne potesse fare qualcuno in più oggi, ma così non è stato. Speriamo che avvenga nell’incontro del 12 maggio a Roma, con il sostegno e l’azione del governo”.

Così il governatore Claudio Burlando ha commentato l’esito negativo del vertice savonese di Piaggio Aero, con i sindacati che hanno abbandonato il tavolo di fronte al muro dell’azienda a modificare il piano industriale che prevede esternalizzazioni e la chiusura della produzione a Sestri Ponente.

Confermato invece il trasferimento da Finale a Villanova d’Albenga il 7 maggio prossimo, mentre a Genova il clima si è fatto incandescente e si attende il pronunciamento dei lavoratori per decidere il da farsi, tra linea dura e attendismo.

“Che Villanova debba aprire e funzionare mi sembra una cosa giusta – ha detto poi Burlando – l’azienda ha investito molte risorse per uno stabilimento nuovo ed è naturale che lo voglia usare”.

Le contestazioni infatti riguardano Genova e l’outsourcing. “Cassa integrazione, ritiro esuberi e la disponibilità di tenere il service di Sestri come Piaggio, per verniciatura e centro di consegna – ha continuato il Governatore – sono passi avanti positivi. Se ne possono fare altri, consapevole che c’è ancora il nodo grosso e bisognerà affrontarlo proprio il 12 maggio a Roma, al tavolo governativo. Noi ci saremo, io in prima persona”, ha concluso.