Quantcast

Pasqua e Pasquetta, il tempo scoraggia i turisti: calo di presenze negli alberghi del Levante

Levante. Il tempo instabile sembra aver scoraggiato molte persone. «Purtroppo le prenotazioni si sono fermate – dichiara Aldo Werdin, presidente dell’ Unione dei Gruppi Albergatori del Levante – anche guardando i grossi portali Internet come Booking.com, si può notare come le prenotazioni si siano bloccate e anzi si siano verificate numerose disdette. Qualche giorno fa sul sito, guardando ad esempio Rapallo, risultava venduto l’83% delle stanze a disposizione, mentre ieri eravamo scesi al 68%». Rispetto al 2011, in cui la Pasqua cadeva più o meno nello stesso periodo, si registra un calo del 20% circa.

Dati che non incoraggiano e che dimostrano come il tempo, soprattutto in periodi di crisi come questo, influenzi sempre di più le scelte dei turisti. «Gli alberghi piccoli forse riusciranno a riempire le stanze, ma quelli grandi non supereranno l’80% di presenze», conclude Werdin.

E le condizioni meteo penalizzeranno ancora di più i balneari, che ogni anno attendono con trepidazione il periodo di Pasqua, primo vero banco di prova per la stagione estiva. Nonostante questo, ieri sulla A12, anche a causa di un cantiere presente tra Nervi e Recco, si è formata una lunga coda di oltre 10 chilometri nell’ora di punta.

Dimostrazione del fatto che molte gente si sia mossa e che sia venuta anche in Riviera. Secondo quanto dichiarato dagli albergatori, però, le strutture ricettive non stanno registrando il pienone e quindi molti dei villeggianti arrivati sono sicuramente possessori di seconde case.