Quantcast
Cronaca

“Mi vergogno per quello che ho fatto”. Molesta minorenne in treno: condannato a 4 anni

Genova. Oggi, durante l’udienza che lo ha condannato, è scoppiato in lacrime, spiegando che si vergogna di quanto accaduto. Il pentimento non gli ha però evitato una sentenza a 4 anni di reclusione. Protagonista un venditore ambulante alla sbarra per aver molestato sessualmente, in treno, una ragazza non ancora diciottenne.

L’episodio risale al luglio dell’anno scorso e si è verificato in uno scompartimento dell’Intercity Torino-Genova. L’uomo aveva iniziato a parlare con la ragazza offrendole anche una borsa in regalo che faceva parte della sua mercanzia contenuta in un borsone.

Secondo l’accusa il 40enne, nonostante il diniego della giovane, si sarebbe avvicinato abbassandole il top e baciandole il seno. Spintonato dalla giovane sarebbe anche riuscito a farla sedere
sulle sue ginocchia, ma la ragazza si era divincolata ed era fuggita rifugiandosi in un’altra carrozza dove aveva incontrato il capotreno al quale aveva raccontato ciò che era accaduto.

Quando il treno è giunto nella stazione di Genova-Principe il senegalese ha trovato ad attenderlo la polizia ferroviaria che lo ha fermato. Poi il gip aveva disposto la custodia cautelare in carcere e ora l’uomo si trova agli arresti domiciliari.