Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mercato dei Mutui, primi segnali di ripresa. Ma nel 2013 la Liguria segna -13%

Liguria. Tempi difficili per chi deve comprare casa. Lo sono stati gli ultimi anni, lo sarà anche questo 2014. Tra crisi e contrazione del credito, insomma, la strada sembra ancora tutta in salita. I primi segnali di ripresa, tuttavia, sembrano cominciare a scorgersi, anche se è ancora troppo presto per dire se si vede la luce in fondo al tunnel.

A certificare tutto ciò i dati elborati dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa sulla base del Bollettino Statistico I-2014 pubblicato da Banca d’Italia. Negli ultimi 12 mesi – si legge – sono stati erogati alle famiglie italiane finanziamenti per l’acquisto della casa per 21.503,92 mln di euro; il saldo annuo, se confrontato con l’intero 2012, segna un calo dei volumi pari al -13,1%, per un controvalore di -3.252,75 mln di euro. Le famiglie italiane hanno inoltre ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 5.775,20 milioni di euro nel quarto trimestre del 2013, -7,5% rispetto allo stesso trimestre del 2012 per un controvalore di -466,56 mln di euro.

Secondo le cifre, l’andamento conferma la tendenza alla contrazione in corso dall’inizio del 2011. A partire dal secondo trimestre 2012 si configura comunque un miglioramento del quadro complessivo del mercato del credito che dà i primi segnali di una moderata ripresa verso una situazione di maggiore stabilità.

Un andamento che non risparmia neppure la Liguria, che nel 2013 registra un -13,6%. Il tutto in linea con l’Italia Nord-occidentale che registra un calo del 13,9% nelle erogazioni.
I ribassi più consistenti si registrano in Campania (-24,9%), Abruzzo (-28,5%) e Sardegna (-31,8%); dalla parte opposta la discesa dei volumi è più contenuta per Puglia, Trentino-Alto Adige, Molise, Friuli-Venezia Giulia e Valle d’Aosta (da -3% a -9%). L’unica regione che ha incrementato i propri volumi è l’Emilia Romagna, che chiude l’anno con un leggero aumento (+0,8%).