Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ipercoop Liguria, la replica della Filcams-Cgil: “Nessuno perderà l’integrativo, ma la proposta dell’azienda va migliorata”

Liguria. “La nostra posizione è semplice. Ma non capisco questa guerra alla Cgil: i lavoratori si esprimeranno liberamente e decideranno se la bozza proposta dall’azienda va bene”. Giovanni Bucchioni spiega così la posizione della Filcams Cgil riguardo alla trattativa per il rinnovo del contratto integrativo per gli oltre mille lavoratori degli ipermercati liguri di Coop.

“Non siamo sulle barricate, mi dispiace che la situazione venga descritta così. E’ invece l’azienda che ci mette del suo e complica in maniera esagerata le cose. In queste ore stiamo assistendo ad una serie di forzature sui nostri iscritti, ma occorre rimanere tranquilli: nessuno dovrà dire addio ai benefici del contratto integrativo”.

Il voto dei lavoratori nelle prossime ore sarà insomma fondamentale: dal risultato si capirà se i lavoratori delle Ipercoop liguri lavoreranno a Pasquetta, come proposto dall’azienda, ma soprattutto se il confronto tra le parti riprenderà da posizioni di forza diverse. La trattativa – e la Filcams si impegna in questo – dovrà concludersi entro il 30 giugno, data di scadenza del vecchio accordo. “Votare no – spiega ancora Bucchioni – significa dare più forza al sindacato per migliorare la bozza proposta dall’azienda. Lo facciamo dopo aver ricevuto un mandato chiaro, lo scorso novembre: ma se prevarrà il sì firmeremo immediatamente l’accordo”.

Resta un parere critico da parte della Filcams alle proposte avanzate da Ipercoop: “Dire che si gioca tutto sulla questione dell’apertura a Pasquetta non è corretto. E’ vero che chi dovesse lavorare quel giorno riposerebbe in un altro giorno festivo. Ma l’azienda propone anche di elevare le domeniche lavorative obbligatorie: si passerebbe così da 32 a 40”.