Quantcast

Liguria, integrazione grazie al Fondo Sociale Europeo: il caso della Spes Auser

Liguria. Nel pomeriggio di lunedì l’assessore regionale Pippo Rossetti ha visitato la sede della Spes Auser di Ventimiglia per socializzare insieme a responsabili, operatori, rappresentanti degli enti partners i risultati del progetto europeo di inclusione sociale “Tutte le abilità al Centro”, che attraverso la rete tra non profit e enti pubblici intende favorire l’integrazione lavorativi di soggetti svantaggiati.

“Qui si produce tutto a chilometro zero, si sono accorciate le distanze del lavoro, così come quelle dell’emarginazione – sottolinea l’assessore regionale Pippo Rossetti – Tutte le persone riescono a trovare dignità e autonomia, attraverso il modo in cui lavorano. Non è la produttività, ma è la moralità con cui operano che da loro la forza di lavorare e di essere inserite nella società. Questa è un’esperienza straordinaria: persone in difficoltà che grazie alla collaborazione di tutti possono essere integrati, a prescindere dai limiti, dalle malattie o dalle disabilità. Qui ci sono evidentemente importanti aiuti pubblici, una famiglia ha messo a disposizione una serra, tanto lavoro da parte dei volontari. C’è la possibilità di aumentare le persone addette a tempo indeterminato. La sfida è dare più stabilità anche ai più deboli nel mercato del lavoro”.

“Siamo partiti da un lavoro che è quasi iniziato come gioco ed esperimento di riabilitazione per alcuni utenti disabili. Poi grazie al sostegno economico del Fondo Sociale Europeo, la Spes ha potuto realizzare un sogno di lavoro. La nostra avventura era iniziata nel 2010 nelle serre di Varase. Alcuni utenti ora sono inseriti in un percorso lavorativo che prevede la stabilizzazione in una cooperativa sociale. A metà anni ’90 le famiglie di alcuni ragazzi con handicap si unirono come associazione nella Spes con l’obiettivo di socializzare la loro sfida, verso diritti veri. I soggetti con determinate potenzialità e predisposizioni sono stati accompagnati, attraverso la pratica, in percorsi lavorativi” dice Matteo Lupi, presidente della Spes Auser.

“I diritti della persona, soprattutto dei più deboli, intervistano le istituzioni: anche alla luce di 18 anni di esperienza della Spes” afferma Luciano Codarri, storico fondatore della Spes Auser.
L’assessore Rossetti dopo essere giunto in località Varase di Ventimiglia ha tenuto sopralluogo nell’orto sociale della Spes – Incontro con gli utenti, gli operatori e referenti del progetto di “orto e cucina” dove sono inseriti utenti in work experience sul bando “Tutte le abilità al centro”.

Successivamente ha visitato la Casa Famiglia del Dopo di noi “Il Sorriso” e i laboratori di cucina e confezionamento dove sono inseriti utenti in work experience sul bando europeo “Tutte le abilità al centro”.
L’assessore Rossetti ha poi partecipato a un incontro pubblico al Liceo Angelico Aprosio di Ventimiglia cui parteciperanno i familiari, i soci Spes, i portatori di interesse e semplici cittadini.

Più informazioni