Quantcast
Cronaca

Fontanabuona, ponte di Comorga: arrivati i primi massi per la scogliera

Fontanabuona. Primi carichi di massi in cantiere sotto il ponte di Comorga, al chilometro 4,6 della provinciale 225 della Fontanabuona. Nell’alveo del torrente Lavagna, riparati con l’officina mobile gli escavatori danneggiati dai vandalismi la settimana scorsa, la Provincia ha ripreso i lavori per realizzare una scogliera di rocce: dovrà difendere dall’erosione delle piene la pila più vicina alla sponda destra, parzialmente scalzata come avevano riscontrato le verifiche tecniche dell’ente avviate nei mesi scorsi per le continue e pesanti ondate di maltempo e sulla base delle segnalazioni ricevute dal territorio.

“Gli scavi del cantiere– dice il commissario Piero Fossati – hanno permesso di esaminare in ogni dettaglio lo stato e le caratteristiche delle fondazioni di questa pila che i nostri ingegneri idraulici e i tecnici della viabilità hanno trovato in buone condizioni strutturali. Ora per proteggerla dall’erosione sarà realizzata anche una scogliera sommersa.”

I massi utilizzati per costruirla, tutti fra le 3 e le 7 tonnellate, arrivano dalle cave locali e complessivamente il progetto ne prevede 600 tonnellate per una scogliera, consolidata con il calcestruzzo, che avrà la base a oltre tre metri di profondità mentre l’apice sfiorerà il letto del torrente. I primi carichi di rocce hanno cominciato ad arrivare e, tempo permettendo, inizieranno ad essere posizionati sotto la pila dalla prossima settimana. In questi giorni, intanto, i tre escavatori appena rimessi in efficienza dopo i danneggiamenti hanno dovuto ripristinare gran parte del guado che il Lavagna, di nuovo gonfio per le piogge dello scorso fine settimana, si era ripreso.

Più informazioni