Quantcast
Cronaca

Finti vicedirettori di banca e controllori del gas, anziani nel mirino: a Sestri truffa da 5 mila euro, ad Abaro svuotata cassaforte

truffa anziani

Genova. Una quarantenne dai modi gentili e dall’italiano perfetto si è avvicinata a un’anziana 86enne in qualità di vicedirettrice della sua banca.

Con modi affettati le ha chiesto come mai non si facesse vedere da tempo in banca e l’ha informata che quello era l’ultimo giorno utile per effettuare alcune verifiche sui numeri seriali delle banconote in suo possesso.

Ha anche finto di chiamare il figlio sul cellulare e si é offerta di accompagnarla a casa facendola salire su un’auto in attesa poco distante. Salite in casa l’ottantaseienne, ormai letteralmente conquistata dalla “vicedirettrice”, le ha consegnato tutte le banconote che questa ha infilato in una busta gialla.

Con la scusa di una telefonata si é allontanata velocemente lasciando la busta sul tavolo. L’anziana ha però trovato della cartaccia anziché i suoi 5500 euro.

Anche un’altra coppia di anziani è stata truffata, sempre ieri ma questa volta ad Albaro. Un 91enne stava rientrando a casa quando è stato avvicinato da un uomo che aveva in mano un dispositivo elettronico qualificando come controllore del gas. Il pensionato é entrato in casa con lui e gli ha mostrato il contatore del gas sul poggiolo.

Solo quando è rientrato in casa si è accorto della presenza di un altro uomo che stava parlando con sua moglie e con la badante. Passati pochi minuti i due uomini hanno lasciato l’abitazione, non senza raccomandarsi di stare attenti all’uso del gas. Nel frattempo la cassaforte, che era stata aperta dalla stessa proprietaria, convinta da uno dei due con scuse improbabili era stata svuotata del denaro (500 euro), 2 orologi d’oro e alcuni gioielli contenuti all’interno.

Più informazioni