Quantcast
Politica

Elezioni Rapallo, proposte elettorali del Pcl: “Gli altri litigano come adolescenti”

Rapallo. Mentre gli altri candidati si litigano come adolescenti, la lista a sostegno del candidato Andrea Carannante sta ultimando il programma amministrativo affrontando Il tema delle spiagge libere e del controllo dell’inquinamento del mare, che e’ uno di quelli che sta a più cuore a tutti quelli che sono costretti d’estate ad “emigrare” perché la balneazione rapallese e’ limitata praticamente solo agli stabilimenti , che nella nostra citta’ sembrano rappresentare una lobby molto forte e a quanto pare inattacabile.

La nostra proposta si porrà l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tematica della difesa delle spiagge libere e del mare pulito a Rapallo, ritenendola una battaglia di civiltà rivolta a far valere diritti sacrosanti dei cittadini per troppo tempo negati a Rapallo.

Fra le varie proposte che saranno inserite nel programma:

1_ la rimodulazione delle concessioni demaniali
2_ il riequilibrio della percentuale delle spiagge libere in relazione al bacino d’utenza
3_ il libero accesso all’arenile permettendo la visibilita’ del mare ora impedito da una fila interminabile di cabine
4_ la modifica della disciplina di utilizzo arenile con obbligo di lasciare libero tutto l’arenile non strettamente di pertinenza delle strutture adibite a cabine e comunque non inferiore al 60% della concessione al netto della superficie occupata dalle strutture inamovibili e dagli impianti sportivi e commerciali.

Questo potrebbe invece permettere l’accesso a diversificate forme di turismo accrescendo l’offerta turistica della nostra citta’, dando la possibilita’ di sviluppo a nuove iniziative imprenditoriali, liberando finalmente il mercato da lobby e privilegi acquisiti nel tempo. I diritti degli stabilimenti balneari possono e devono convivere con quelli dei cittadini che amano le spiagge e il mare libero , ma solo nel rispetto delle regole.

Pcl Rapallo, Andrea Carannante sindaco