Quantcast
Politica

Elezioni Rapallo, Melis (Prc): “L’area ex Razeto e i tre (più uno) moschettieri”

Rapallo. Chiunque apra i giornali in questi giorni di intensa campagna elettorale, sa già che nelle pagine dedicate alla politica rapallese troverà la CBC (il terzetto dei candidati sindaco Costa Bagnasco Capurro, non il servizio pubblico radiotelevisivo canadese) impegnata in costanti attacchi incrociati, più il solitario Mustorgi a rincarare la dose dall’esterno.

Accettando che si tratti di schermaglie tra fazioni politiche che nulla hanno a che fare l’una con le altre, anche se sappiamo bene che così non è, dati gli incroci che li hanno visti protagonisti, è divertente notare come su alcuni
temi abbiano agito allo stesso modo. Un esempio: l’area ex Razeto di via Laggiaro.

Negli ultimi 15 anni tra i quattro protagonisti e i loro sostenitori si sono annidati sindaci, assessori ai lavori pubblici e consiglieri di maggioranza con delega, e l’unico risultato tangibile per il quartiere di via Laggiaro è stato ottenere l’agognato parcheggio con più di dieci anni di ritardo, mentre l’area superiore continua ancora oggi a trovarsi in stato di abbandono. In quell’area il progetto originale prevedeva il recupero del verde urbano e una pista di pattinaggio, in un’ottica di riqualificazione ludico sociale che condividiamo, ma nulla di tutto ciò è stato fatto.

Sapendo di andare un po’ controcorrente, in questa politica che è solo gossip, noi proponiamo, sulla scorta del nostro progetto complessivo di riqualificazione del verde cittadino, che quell’area venga restituita alla cittadinanza, e si crei un vero e proprio Parco di quartiere, con un arredo di verde urbano decoroso, un campo da bocce e un campetto di calcio, e che la gestione venga affidata al Comitato di Quartiere, garantendo controllo diretto, decoro e fruibilità dell’opera, oltre che ridando importanza a questo importante organo di autogoverno dei cittadini.

Matteo Melis, candidato sindaco Rifondazione Comunista