Quantcast
Cronaca

Demolizione Costa Concordia, Burlando: “Turchia più economica, ma a Genova la massima sicurezza”

Genova. La partita per la demolizione della Costa Concordia non è ancora terminata: Genova ha dalla sua la questione sicurezza. Se i tempi per la decisione si accorciano, le parole del capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, pronunciate la scorsa settimana in Commissione Ambiente, con l’ipotesi turca indicata come più economica e dunque preferita, restano.

“Gabrielli, ha detto la verità – ha commentato oggi il governatore Claudio Burlando, a margine del vertice in Regione su Piaggio Aero- il costo di smaltimento là è sicuramente più economico, poi però bisogna vedere le condizioni di sicurezza e aggiungere un costo rilevante per il trasferimento”.

Si parla di un mezzo speciale, la nave olandese “Vanguard”, da 30 milioni di euro, che assicurazioni e azienda hanno già prenotato, ma non ancora deciso di utilizzare. “Una piccola spesa per la prenotazione, che può andare persa in caso di disdetta – ricorda Burlando – speriamo sia questo il caso. Non dimentichiamo, poi, che il Governo si è espresso chiaramente per una preferenza italiana”.

Nel caso il progetto presentato da Genova è stato indicato, sia da Costa, sia dagli assicuratori, come più avanzato, migliore e sicuro. “Dato il costo da affrontare, il danno significativo subito e il rimbalzo fortissimo che ha avuto la vicenda, è chiaro che azienda e assicurazione siano orientati su un’operazione di assoluta sicurezza – ha concluso il presidente della Regione – noi pensiamo che Genova sia in grado di offrire di più. Continueremo a insistere perché si raggiunga l’obiettivo”.