Sport

Calcio, la Pro Vercelli gela l’entusiasmo del Comunale di Chiavari: si deciderà tutto all’ultima giornatarisultati

Chiavari. Uno stadio Comunale gremito in ogni ordine di posti, con quattromila spettatori: un entusiasmo mai visto prima a Chiavari per una partita di calcio. Tutto ciò non basta alla Virtus Entella, che fallisce l’appuntamento con la storia. Almeno per oggi.

I biancocelesti sono stati battuti a domicilio dalla Pro Vercelli, seguita da oltre 500 tifosi giunti a Chiavari per spingere i bianchi verso il ritorno in Serie B. La squadra di mister Luca Prina non riesce ad invertire il trend negativo delle ultime tre giornate, nelle quali aveva raccolto solamente 2 punti.

La compagine del presidente Antonio Gozzi, a novanta minuti dal termine del campionato, è ancora solitaria in vetta. Si deciderà tutto domenica 4 maggio: la Pro Vercelli riceverà una Carrarese ormai prima di stimoli; la Virtus Entella sarà ospite di una Cremonese che non regalerà nulla, dato che vorrà mantenere la terza posizione. Un turno conclusivo tutt’altro che favorevole per i chiavaresi.

Il primo quarto d’ora è all’insegna dello studio reciproco. Solamente Staiti va vicino al gol su punizione, a lato di un soffio. Vengono ammoniti Ballardini, Guazzo e Ranellucci. Al 33° tocco di Erpen e colpo di testa di Ettore Marchi che deposita in rete, ma il guardalinee annulla per fuorigioco.

Cartellino giallo anche per Iemmello, poi, al 43° del primo tempo, la rete che gela i tifosi biancocelesti: la realizza Erpen, approfittando di un pasticcio difensivo. Il suo primo tiro è respinto da Paroni, ma sulla ribattuta il numero 1 locale non ha scampo.

Nella ripresa ammonizioni anche per Rosso e Ettore Marchi che insacca nuovamente in fuorigioco e protesta. Prina schiera Ricchiuti e Torromino, tenuti a riposo nella prima frazione. Un tiro di Ricchiuti viene facilmente parato da Russo. Anche il Marchi chiavarese viene ammonito.

La Virtus Entella spinge ma la Pro Vercelli è chiusa e attenta in difesa. La porta ospite non corre pericoli degni di nota: finisce 0 a 1. Poco spettacolo, complice l’importanza della posta in palio, e un solo gol: pesantissimo. I biancocelesti devono ripartire con una consapevolezza: sono primi e da soli; vincere a Cremona sarà un’impresa difficile ma non impossibile.

La Virtus Entella ha giocato con Paroni, Ballardini (s.t. 1° Ricchiuti), Cecchini (s.t. Sarno), Botta, M. Russo, Iacoponi, Staiti, Troiano, Guazzo (s.t. 13° Torromino), Moreo, M. Marchi; a disposizione Zanotti, Nossa, Raggio Garibaldi, Argeri.

La Pro Vercelli condotta da Scazzola si è schierata con L. Russo, Marconi, Scaglia, Rosso (s.t. 32° Ghosheh), Cosenza, Ranellucci, Erpen (s.t. 27° Ardizzone), Scavone, E. Marchi, Iemmello (s.t. 22° Di Sabato), Statella; in panchina Nodari, Bani, Ruggiero, Kuqi. Ha arbitrato Pezzuto della sezione di Lecce.