Quantcast

Azzardo, Confindustria contro il Comune: “Battaglia assurda e intanto a Genova dilaga il gioco illegale”

Genova. Ironia e riferimenti letterari contro il Comune di Genova e “l’ennesimo episodio contro gli operatori del gioco legale”. Ad utilizzarli è Confindustria Sistema gioco Italia, associazione che riunisce le imprese operanti nel settore. L’indice è puntato contro la consulta del gioco che ha chiesto a Genoa e Sampdoria di rinunciare a sponsorizzazioni da parte di società di gioco d’azzardo.

“Continuiamo a ripetere – attacca Confindustria Sistema gioco Italia – che questa assurda battaglia contro il gioco legale avrà un solo esito certo: il trionfo di quello illegale, donando così linfa vitale alle associazioni criminali che in massima parte gestiscono queste attività. Già in questi giorni si vedono i primi risultati: a Genova dopo l’introduzione delle normative “anti slot”, è avvenuta una vera esplosione di connessioni via cellulari e tablet alle più disparate offerte di gioco disponibili in rete”.

“Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di siti illegali – spiega – non controllati dalle Autorità italiane senza nessuna garanzia per i giocatori e, senza nessun gettito erariale per la comunità. In buona sostanza, le regole comunali nate, a parole, per volere combattere le dipendenze, rischiano di provocare danni sociali di dimensioni enormi che si ripercuotono proprio sulle categorie più deboli che si vorrebbero preservare. Un’altra evidenza riguarda l’aumento dei centri non autorizzati, cresciuti del 25% nel 2013. Nella sola città di Genova sono attivi 25 punti gioco illegali contro i 20 autorizzati AAMS”.

“Preoccupa non poco – conclude Confindustria Sistema gioco Italia – la miopia dell’amministrazione e lo spirito demagogico e populista che non solo non riduce i problemi del gioco, ma, anzi, li amplifica. Non possiamo che rilanciare l’istituzione di un gruppo di lavoro misto in cui si affrontino i problemi in un’ottica di reale servizio al territorio, superando i toni ideologici e da “crociata”.