Quantcast
Cronaca

Ambulanti genovesi al posto del Mercato di Forte dei Marmi, ma non basta: “Pronti a occupare l’aeroporto”

Genova. Gli ambulanti genovesi sembrano aver finto la propria lotta, anche se la mobilitazione potrebbe non finire. Palazzo Tursi, infatti, lavora per trasferire dal primo giugno gli al Porto Antico al posto dell’attuale mercato di Forte dei Marmi.

Lo ha annunciato l’assessore allo Sviluppo economico, Francesco Oddone, al termine di un incontro con i rappresentanti degli ambulanti a Palazzo Tursi a margine del consiglio comunale. Prima che saltasse la seduta, un’ottantina di ambulanti genovesi era arrivata sugli spalti della sala rossa per protestare “contro i commercianti al Porto Antico provenienti da fuori Regione”.

Nel week end, inoltre, un gruppo di operatori aveva manifestato in piazza bruciando le
licenze per protesta. “Lavoriamo a una sostituzione a medio termine del mercato di Forte dei Marmi al Porto Antico con gli ambulanti genovesi”, ha spiegato Oddone.

Notizia che ha resto felice i manifestanti, che però ritengono di dover risolvere anche altre questioni. “Siamo contenti per l’accordo sulla nostra presenza nell’area del porto antico, ma bisogna risolvere ancora il problema della marina di Sestri”. E’ il commento di Giuseppe Occhiuto, presidente di Aval.

”Se domenica gli ambulanti dei finti consorzi di Forte dei Marmi saranno a Sestri – prosegue Occhiuto – siamo pronti a occupare l’aeroporto. In quell’area sono previste 20 date, una cosa inconcepibile”. Secondo il presidente Aval, dal primo di giugno gli ambulanti genovesi potranno vendere le merci dei propri banchi nell’area del Porto Antico. ”Non c’è ancora un calendario stabilito – conclude – ma ci andremo a sostituire gradualmente”.