Quantcast

Ambiente, innovazione e rilancio: i dieci obiettivi della Regione da raggiungere entro il 2020 con fondi UE

Sestri Levante. Della Liguria nel sistema Europa, delle opportunità di sviluppo territoriale e di rilancio dell’economia con l’uso dei fondi europei si è discusso a Sestri Levante tra amministratori regionali e rappresentanti di Confindustria, Filse, Carige, dell’Università. “Si volta pagina – ha detto Renzo Guccinelli assessore alle attività produttive – e vengono superate le logiche delle singole azioni per dare respiro a quegli imprenditori che riusciranno a mettersi in rete con le altre realtà territoriali. I fondi premieranno non le singole iniziative ma la collettività”.

Nel concreto sono dieci gli obiettivi indicati per i fondi europei 2014-2020: rafforzamento ricerca e sviluppo, accesso nuove tecnologie (agenda digitale), promozione della competitività piccole e medie imprese, riduzione emissioni co2, previsione e gestione del rischio “cambio climatico”, tutela ambientale e uso efficiente delle risorse, promozione sistema trasporti manovre e tutela della discriminazione e povertà, formazione e istruzione, rafforzamento capacità delle amministrazioni pubbliche.

Filse ha spiegato che per un bando da 1 milione ha già ricevuto 50 domande per un totale di tre milioni di euro. Per il
direttore di Confindustria Massimo Sola è necessario non fare come in passato con fondi europei utilizzati solo in parte e recuperati solo in extremis.