Quantcast

Alta formazione, intesa Liguria- Università: più integrazione con imprese del territorio, previsti incentivi alle aziende

Pippo Rossetti

Regione. Sottoscritto in mattinata, a Genova, dall’assessore alla Formazione e Istruzione della Regione Liguria Pippo Rossetti, dal Rettore dell’Università degli Studi di Genova Giacomo Deferrari e dalle parti Sociali il Protocollo di intesa riguardante la disciplina regionale in materia apprendistato di alta formazione.

L’intesa ha come obiettivo la disciplina della durata e degli aspetti riguardanti la formazione dei percorsi di apprendistato di alta formazione, rivolti a giovani assunti con contratto di apprendistato da imprese con sede legale o operativa in Regione Liguria. Questi percorsi sono finalizzati al conseguimento della laurea e laurea magistrale, del master universitario di I e II livello, dei master accreditati dall’ associazione manageriale per la formazione manageriale (Asfor), del dottorato di ricerca.

Le attività formative devono essere erogate in modo da consentire l’alternanza studio-lavoro che caratterizza il contratto di apprendistato e il raggiungimento degli obiettivi previsti dal contratto stesso. La realizzazione dei percorsi formativi dovrà avvenire in parte presso l’Università/Istituzione formativa e in parte presso l’impresa con cui il giovane ha stipulato il contratto di apprendistato.

Scopo prioritario della nuova tipologia contrattuale è l’adozione di una metodologia basata su una forte integrazione fra il percorso realizzato in azienda e il percorso realizzato all’interno dell’Università o dell’Istituzione formativa.

I percorsi formativi dovranno, pertanto, essere opportunamente personalizzati rispetto alla durata e all’articolazione generale in relazione alle specificità collegate all’istituto dell’apprendistato di alta formazione, alle necessità dell’impresa e ai fabbisogni specifici dell’apprendista.

La Regione Liguria sta attualmente mettendo a punto una sperimentazione a sostegno a favore dell’apprendistato di alta formazione prevedendo finanziamenti per le attività formative e incentivi alle imprese liguri che attivano contratti di apprendistato di alta formazione nell’ambito di percorsi realizzati anche con Università e Istituzioni formative non liguri.