Quantcast

Aeroporto di Genova, Rixi (Lega): “Disagi di ieri ennesimo episodio tragicomico. La Regione che fa?”

Genova. “I disagi subiti dai passeggeri in transito dal Colombo tra ieri e oggi purtroppo sono l’ennesimo episodio tragicomico che denota una scarsa efficienza dell’unico scalo aeroportuale della Liguria”, dice Edoardo Rixi, che questa mattina ha depositato in Regione un’interrogazione urgente per conoscere “quali sono le idee e i progetti per rilanciare lo scalo genovese” da parte della giunta.

“A un anno dall’inizio dell’Expo 2015, nonostante i proclami dell’assessore Berlangieri e del presidente Burlando sul ruolo della nostra regione durante l’esposizione universale di Milano, appaiono evidenti i gap della Liguria dovuti alla scarsa efficienza di uno scalo che potrebbe essere decisamente meglio sfruttato vista la posizione a pochi chilometri dal centro città, caratteristica quasi unica nel quadro dei principali aeroporti italiani». Rixi ricorda che lo scorso 7 aprile l’Avvocatura di stato ha espresso parere positivo sulla possibilità di vendere in blocco l’80% delle quote di Aeroporto di Genova S.p.a. sia a soggetti privati che pubblici, modalità questa che “renderebbe appetibile l’investimento anche da parte di soggetti privati visto che chi acquisterà la quota avrà il controllo dell’assemblea ordinaria e straordinaria e quindi potrà gestire in autonomia lo scalo”.

“Tra pochi giorni – spiega Rixi – sarà nominato l’advisor che dovrà valutare in termini economici la quota che verrà ceduta, per poi procedere celermente con la stesura del bando di gara per la vendita delle azioni. A questo punto speriamo che sia finalmente la volta buona e che si trovi un socio industriale che sappia rilanciare uno scalo che, dopo essere stato declassato nel Piano aeroporti del ministro Lupi, sembra essere sempre più in affanno nella gestione degli attuali flussi, incapace di attrarne di nuovi e di rilevanti. Sono anni che raccogliamo le lamentele degli operatori turistici liguri sugli scarsi collegamenti tra Genova e il resto d’Europa: a questo punto vorremmo anche sapere se questa giunta ha un piano serio e puntuale che possa sfruttare al meglio la strategicità del nostro aeroporto affinché non diventi un’oasi faunistica per gabbiani”.