Quantcast
Sport

Vivicittà, i detenuti corrono insieme agli atleti: una gara fuori e dentro il carcere di Marassi

Vivicittà Marassi

Genova. Vivicittà, la manifestazione podistica internazionale organizzata dall’Uisp in contemporanea in 40 città italiane e 20 nel mondo (quest’anno festeggerà la trentunesima edizione con appuntamento il 6 aprile) unisce, da sempre, lo sport ad importanti temi di solidarietà e promozione di diritti. A Genova, Vivicittà vedrà, per il terzo anno, un importante prologo nazionale.

Lunedì 24 marzo , infatti, presso la Casa Circondariale di Marassi, si svolgerà la speciale manifestazione “Vivicittà – Porte Aperte”. Lo start della corsa è previsto alle ore 15.00 circa. I detenuti partecipanti correranno insieme ad una rappresentativa di atleti tesserati per associazioni della Lega atletica leggera Uisp.

Si correrà lungo un tracciato di 3 chilometri. Dall’interno del carcere si uscirà per correre anche due giri esterni attorno alle mura dell’Istituto. Contemporaneamente, sul campo interno, si disputerà una partita di calcio a sette fra i partecipanti alle attività dei progetti di sportpertutti, arbitrata da uno dei detenuti che hanno seguito e superato il corso arbitri organizzato dalla Lega calcio Uisp.

La manifestazione è organizzata dal Comitato Uisp di Genova e dalla Direzione della Casa Circondariale di Genova Marassi, con la collaborazione del Corpo di Polizia Penitenziaria, con l’intento di gettare un “ponte” tra l’esterno e l’interno delle mura dove l’Uisp è stata presente, negli ultimi anni, tramite le azioni dell’omonimo progetto.