Quantcast

Verdi, eletto il nuovo direttivo provinciale

verdi fukushima nucleare

Genova. Nel ribadire che i Verdi Genovesi esprimono la necessità di una profonda riconversione ecologica dell’economia e dello sviluppo, che riaffermando il rifiuto del consumo del suolo, si indirizzi verso una nuova politica di tutela del territorio da ogni speculazione e da ulteriori aggressioni.

Nello stesso tempo è necessario portare avanti nuove politiche energetiche, scelte volte alla difesa e alla valorizzazione dei beni comuni, ad una politica dei rifiuti che privilegi la riduzione degli stessi e la raccolta differenziata porta a porta, con l’obiettivo “rifiuti zero”, archiviando una volta per tutte ogni ipotesi di trattamento a caldo (incenerimento e gassificazione) e ad una tutela effettiva del mare, che ne valorizzi le qualità di risorsa primaria per la nostra città, rinnegando con forza la politica delle grandi opere (Gronda di Ponente, Terzo Valico), privilegiando il trasporto pubblico, locale e su rotaia.

Soltanto una politica di decrescita intelligente che salvaguardi prima di tutto la qualità della vita dei cittadini e i diritti di tutti gli esseri viventi, animali e vegetali, possono consentire una vita di solidarietà nel rispetto dell’ambiente e della pace tra i popoli e tra le classi sociali.
Su queste linee programmatiche i Verdi genovesi riaffermano il loro impegno civico e politico,nel contempo informano l’opinione pubblica che Sabato 22 marzo 2014, l’assemblea provinciale ha eletto al Direttivo Provinciale. Ester Quadri e Angelo Spanò guideranno i Verdi genovesi
Gli altri membri del direttivo sono : Pierluigi Biagioni, Cecilia Sacchi, Sebastiano Sciortino, Ornella Ventullo, Gianfranco Porcile.