Quantcast
Economia

Tpl, la proposta di Tovo: “Fondere Atp e Amt per salvarle dal fallimento e migliorare il servizio”

Genova. Una holding per salvare il tpl attraverso la fusione tra Amt, Atp e Genova Parcheggi. E’ la proposta di Massiliano Tovo, assessore ai trasporti del Comune di Sant’Olcese, nel caso la legge regionale sul bacino unico dei trasporti fosse inapplicabile

“Se la legge sull’agenzia unica regionale non dovesse sbloccarsi è facile prevedere conseguenze tragiche per tutto il settore del trasporto pubblico locale” – dice Tovo – Amt e Atp sono due aziende pubbliche entrambi in situazione di affanno. Tra pochi mesi, a seguito del decreto Del Rio, Genova cesserà di essere Provincia per diventare città metropolitana. Nell’arco di questa riforma si devono osservare obblighi ma soprattutto si devono studiare strategie innovative per cogliere opportunità e sviluppo. È assurdo alla luce di questi eventi ragionare ancora su due società pubbliche per il trasporto; Genova diventerà città metropolitana e dovremo pensare non più in termini di confini provinciali ma di un territorio metropolitano eliminando le distinzioni tra urbano e suburbano”.

Non servono due aziende sul territorio metropolitano, dice Tovo: “Questa fusione consentirebbe di sfruttare economie di scala e di scopo, congiunte a talune attività comuni e di attuare politiche di contenimento della spesa pubblica attraverso una riduzione dei costi ed un incremento dei benefici” tra i benefici, secondo l’assessore ci sarebbero: “Ottimizzare la turnazione del personale con il miglioramento del servizio su tutto il territorio metropolitano non essendoci più la distinzione zona urbana o extra, una nuova gestione dell’orario evitando la sovrapposizione dei servizi e garantendo copertura e presenza sul territorio, un solo titolo di viaggio che vuol dire un solo biglietto un solo abbonamento per tutti gli utenti, una manutenzione delle vetture unica senza costi aggiuntivi, un solo consiglio di amministrazione , un solo amministratore unico”.
Non solo: in questo modo si potrebbe “garantire il posto di lavoro ai dipendenti”

Più informazioni