Quantcast
Cronaca

Scarpino, interrogato D’Alema: “Massima collaborazione”. E Amiu esternalizza analisi sui rifiuti

Genova. Oltre quattro ore di interrogatorio per il direttore generale di Amiu Pietro D’Alema, indagato dalla Procura di Genova per lo sversamento di percolato dalla discarica al rio Cassinelle.

Al termine dell’interrogatorio davanti al sostituto procuratore Walter Cotugno D’Alema è parso assolutamente tranquillo: “Abbiamo affrontato vari temi e abbiamo dato la nostra disponibilità a dare tutte le informazioni possibili e le integrazioni richieste. Su alcune cose che il pm ci ha chiesto ci siamo riservati di fargli avere ulteriori approfondimenti”.

Le contestaizoni riguardano sia lo sversamento volontario dell’11 gennaio scosco sia la gestione del percolato in senso lato, “dalla rete al tubo fino al depuratore”. Una contestazione più generale riguarda il trattamento dei rifiuti provenienti dal territorio del Comune prima dell’abbancamento in discarica.

Ma c’è anche una contestazione più specifica che riguarda l’indipendenza delle analisi: “Noi abbiamo una laboratorio di analisi interno ad Amiu – ha spiegato D’Alema – ma nel dubbio, dopo una ricerca di mercato, abbiamo di recente esternalizzato le analisi a un laboratorio di Rimini”.

Durante l’interrogatorio l’ex ad di Amiu ha fatto un lungo excursus storico-tecnico sulla gestione del percolato e della discarica a partire dagli anni Novanta”. E si è parlato anche del futuro: “Al di là dell’inchiesta in corso noi stiamo lavorano su diversi fronti per risolvere il problema, e anche di questo ci è stato chiesto e abbiamo parlato”

Oltre ai pozzi per intercettare le acque sotterranee prima che arrivino ai rifiuti e alle opere di impermealizzazione una soluzione dovrà arrivare dal nuovo depuratore per il percolato che sarà realizzato a Scarpino: “Era un impianto già previsto, da realizzare insieme a quello per il trattamento a freddo. Ci servirà per risolvere il problema a monte, vedremo se totalmente o se terremo l’attuale impianto come emergenza. I progetti ci sono, ora con gli enti ci stiamo muovendo per vedere di realizzarlo in fretta”.

Più informazioni