San Martino, Urologia al Monoblocco. Rosso: “Non adeguato a esigenze pazienti”

Genova. “Questa mattina ho effettuato un sopralluogo al Padiglione 12 dell’Urologia del San Martino per capire cosa stia succedendo e le motivazioni del trasferimento urgente di malati e personale sanitario. Trovo grave che si stia preparando per questi pazienti un reparto all’Ottavo piano del Monoblocco dove per circa 40 letti ci saranno solo 3 / 4 bagni al massimo, distribuiti lungo la corsia. Chiunque capirebbe che per i pazienti urologici il bagno è la cosa più importante”. Così dichiara il consigliere regionale di Forza Italia Matteo Rosso, anche vice presidente della Commissione sanità della Regione che annuncia la presentazione di un interrogazione urgente.

L’esponente di Forza Italia prosegue: “oggi i pazienti dell’Urologia nel Padiglione 12 hanno i servizi in camera dove a seguito degli interventi urologici possono utilizzarli senza difficoltà. Trovo che la soluzione paventata non sia assolutamente accettabile per le problematiche di queste persone”.

Rosso fa inoltre sapere di aver visto le sale operatorie del Padiglione 12: “sono state chiuse a seguito di infiltrazioni in una delle tre sale: chiederò copia del preventivo da 800 mila euro per la ristrutturazione perché voglio vederci chiaro. Inoltre chiederò di avere la documentazione presentata dal Notaio per sapere se il Padiglione 12, che fu costruito appositamente per l’Urologia, non abbia anche un vincolo per questa specialità e non possa essere utilizzato in modo diverso. Abbiamo un fiore all’occhiello cerchiamo di preservarlo e non smantellarlo”.

“Inoltre nel documento ho chiesto spiegazioni per sapere se le sale del 4° piano del Centro Trapianti del monoblocco, dove oggi operano in alternativa gli urgologi, sono a norma e sono idonei per il tipo di intervento a cui vengono dedicati”, conclude Matteo Rosso.

Più informazioni