Quantcast

Ronco Scrivia, a scuola con il Pedibus: la seconda linea partirà domani

pedibus ronco scrivia parco antola

Ronco Scrivia. Ha preso ufficialmente il via a Ronco Scrivia il Progetto “PEDIBUS”, organizzato dal Parco dell’Antola, in collaborazione con il Comune di Ronco Scrivia, in favore degli alunni della locale Scuola Primaria. L’opportunità è stata fornita dal progetto regionale “Pedibus Liguria” che si propone di diffondere, dove e quanto più possibile, l’abitudine di recarsi a scuola a piedi.

Con un apposito bando rivolto ai Centri di educazione Ambientale del Sistema Ligure, l’Assessorato regionale all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile, Altra Economia e Stili di Vita Consapevoli ha infatti finanziato per il 2014 l’attivazione di 20 percorsi pedibus sul territorio Regionale di cui 9 coordinati dalla Provincia di Genova.

Il Centro Esperienze del Parco dell’Antola ha fornito il proprio supporto all’amministrazione comunale di Ronco Scrivia nella progettazione e nell’avvio di 2 percorsi Pedibus per permettere ai bambini di raggiungere in modo divertente, educativo e in tutta sicurezza la scuola e favorire al contempo un bell’esempio di organizzazione di cittadinanza attiva.
Il Pedibus è infatti una sorta di scuolabus che va a piedi, formato da una carovana di bambini accompagnati da adulti volontari che, come un vero autobus di linea, parte da un capolinea seguendo un percorso stabilito e raccoglie passeggeri alle fermate predisposte lungo il cammino, rispettando l’orario prefissato.
Molte famiglie hanno accolto favorevolmente l’iniziativa e hanno iscritto i propri figli al Pedibus e diversi genitori si sono resi disponibili per essere, a turno, gli “autisti” di questo speciale bus che si muove a piedi.

Lunedì 24 marzo è partita la prima linea: l’appuntamento al capolinea è stato fissato alle ore 7.40 in Largo Repetto, poi due fermate intermedie e l’arrivo a scuola in tempo per il suono della campanella! La seconda linea con capolinea in Via Quartini partirà invece alla stessa ora giovedi 27 marzo.

Con questa iniziativa il Parco dell’Antola intende promuovere sul proprio territorio, particolarmente fra le giovani generazioni, nuovi stili di vita meno dispendiosi sotto il profilo energetico e più corretti sotto il profilo della salute, riducendo l’inquinamento grazie ad un minore uso di mezzi motorizzati.