Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pulizia strade, a Rapallo scoppia il caso rimozione forzata

Rapallo. Va bene pagare la multa, ma la rimozione della macchina no. I cittadini di Rapallo non ci stanno e con fotografie alla mano documentano e “denunciano” il nuovo caso. Questa volta a finire nell’occhio del ciclone sono le macchine rimosse e la segnaletica comparsa in molte delle vie cittadine che avvisa di tenere libera la strada per la pulizia, pena la multa e la rimozione del mezzo.

Ma è proprio quest’ultima misura ad aizzare la polemica: a fronte della cinquantina di auto rimosse nel mese di gennaio, in molti cartelli stradali non comparirebbe – così come si vede dalle foto postate sul gruppo Facebook, Mugugno a Rapallo- né il simbolo del carro attrezzi né il timbro del Comune sul retro, come previsto dalla legge.
E’ stato Francesco Mariano, andato dal giudice di pace per avere informazioni sul ricorso, a dare il via alla protesta. Spesso proprio il costo del ricorso (circa 60 euro) ha scoraggiato i cittadini, timorosi di spendere alla fine molto di più a fronte della sola rimozione (80 euro).

“Stamattina – scrive l’amministrazione del gruppo, Angela D’Amato – dopo la segnalazione di Francesco Mariano, ho chiesto lumi al mio titolare, un avvocato il quale dice che non si può rimuovere un’auto senza la segnaletica e l’autorizzazione del Comune dietro al cartello”.

“Si avendo letto alcune sentenze deve essere indicato nel cartello la rimozione e dietro il cartello deve avere “timbro” del comune senno in teoria chiunque puo mettere un cartello come e quando vuole”, conferma Gianluca. “Ok pagare la multa se posteggio li, ma non il carro attrezzi”, conclude Angela.

“Stessa via, pulizia della strada senza simbolo carro attrezzi (ma rimuovono pare legittimamente – aggiunge e rincara Andrea Carannante – zona merci con disegnino, i cittadini sono in confusione, ed così in tutta Rapallo”.

Senza contare, fanno notare gli abitanti di Rapallo, che i vicini di Santa Margherita la soluzione l’hanno trovata: idropulitrici che riescono a pulire anche sotto le macchine, senza bisogna di rimozione, in zone, per altro, di solito molto abitate.