Quantcast

Provincia di Genova, Stazione unica appaltante: 34 milioni di lavori pubblici nei primi 18 mesi

Genova. Ha affidato 34 milioni di appalti (12 per lavori pubblici e 22 per beni e servizi) e gestito complessivamente 42 gare in un anno e mezzo di attività. E’ la Stazione unica appaltante istituita presso la Provincia di Genova, d’intesa con la Prefettura, per coordinare e gestire le gare d’appalto sui lavori e servizi pubblici anche per conto dei Comuni e altri enti del territorio.

Con i 47 Comuni e altri 4 enti che vi aderiscono la Provincia e la Prefettura di Genova hanno fatto il punto, nella sala consiliare di Palazzo Doria Spinola, sull’attività della Stazione unica appaltante, “i cui elementi chiave – dice Maurizio Torre, direttore dei servizi finanziari e patrimonio della Provincia – sono standard contrattuali omogenei, semplificazione e massima trasparenza degli atti, uniformità di regole e comportamenti a vantaggio delle imprese e della concorrenza, condivisione e scambio di esperienze contrattuali fra i Comuni, unificazione dei bisogni e delle esigenze di approvvigionamento, sperimentazione di nuove soluzioni, controlli su tutte le procedure, certezza dei tempi, ottimizzazione delle risorse e sviluppo dell’innovazione”.

E per le attività di controllo sugli appalti e contrasto alle infiltrazioni mafiose e ai fenomeni di distorsione del mercato e della concorrenza la Prefettura e le forze dell’ordine hanno potuto utilizzare i dati e le informazioni raccolti dalla Stazione Unica, direttamente o attraverso l’Osservatorio regionale dei contratti pubblici.

La Stazione appaltante per fare sistema, con economie di scala e di tempi, mette anche disposizione dei Comuni, per la preparazione della documentazione contrattuale, competenze ed esperienze professionali della Provincia che dal 2002 ha iniziato a sperimentare questo servizio per il territorio.

Fra i contratti affidati dalla Stazione unica ci sono la concessione di costruzione e gestione di un’autorimessa interrata nel Comune di Moneglia, il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani per i Comuni di Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese, la gestione e controllo delle aree di sosta a pagamento nel Comune di Sestri Levante, la gestione della residenza protetta di Villa Macciò a Busalla con adeguamento delle strutture, la gestione degli impianti sciistici di Santo Stefano d’Aveto, altri lavori pubblici e servizi socio assistenziali

Fra i temi dell’incontro a Palazzo Doria Spinola anche l’impatto sul territorio di una nuova norma in vigore dal prossimo 1^ luglio: la disposizione del codice dei contratti che impone ai Comuni sino a 5.000 abitanti di ricorrere a un’unica committenza centrale per la fornitura di lavori, beni e servizi. In Provincia di Genova riguarda 51 Comuni su 67 che potranno procedere autonomamente solo agli affidamenti diretti fino a un valore massimo di 40.000 euro e “la Stazione unica appaltante – dicono gli organizzatori della giornata in Provincia – potrà rispondere anche alle nuove esigenze se gli enti convenzionati programmeranno adeguatamente i loro fabbisogni”.