Quantcast
Economia

Piaggio Aero, Doria: “Sestri Ponente fondamentale, manutenzione non va esternalizzata”

piaggio aero

Genova. Piaggio Aero resta una questione estremamente complessa, ma l’attenzione e l’impegno di Tursi sono continui e costanti. Così il sindaco Marco Doria, oggi in consiglio comunale ha ripreso la questione rispondendo a un’interrogazione di Gianni Vassallo e Guido Grillo.

“Il nostreo sforzo è di non assumere posizioni localistiche, seppur legittime – ha relazionato in aula – ma procedere con un atteggiamento aperto, perché la vertenza potrà avere uno sbocco positivo tanto più il fronte, lavoratori e istituzioni, sarà unitario”. Questo lo spirito con cui si affronterà il prossimo vertice previsto giovedì 6 marzo: “non possiamo fermarci”, ha ribadito Doria.

Il sindaco ha puntato l’attenzione “due questioni che si intrecciano”. Una prospettiva più ampia che vede la vicenda Piaggio Aero tassello di quelle politiche “economiche e industriali su cui si misurerà la capacità di governo”, di cui Italia e Genova hanno bisogno.

E poi la questione Piaggio tout court. “Questa impresa aveva azionisti forti che non facevano della prospettiva di questa azienda il loro interesse strategico – ha detto Doria – e non essendoci una leadership chiara, l’azionariato nel suo complesso non dava una linea, precondizione per discutere. In quest’ottica mi sono permesso di mandare un messaggio agli azionisti arabi, non solo per contestare il piano industriale quanto per ribadire che investire in Italia, e a Genova in particolare, è una opportunità che va oltre, un ponte tra paesi lontani”.

C’è poi da valutare un piano industriale che deve prevedere investimenti e produzioni. “Qui esprimo un giudizio: considero l’investimento di Villanova un fatto molto positivo, sarebbe miope non farlo, hanno scelto di investire in Liguria, va letto nella direzione di consolidare l’esistenza di Piaggio Aero”. Nel merito, poi, quando presenteranno il piano nella sua completezza, “sarà fondamentale ribadire la presenza importante di Genova, ma sarebbe controproducente contrapporre Villanova con Sestri – ha sottolineato Doria – siamo in una fase di ristrutturazione, delicata e non breve, di qui la necessità di ammortizzatori adeguati, su cui faremo sentire forte la nostra voce”.

Quanto all’attività industriale da svolgersi a Sestri Ponente, “confermiamo – ha ribadito il sindaco – la linea di questa amministrazione: le aree industriali restano tali. L’azienda ha il diritto dovere di presentare un piano industriale, ma mi permetto di suggerire che per la produzione di veivoli, potrebbe essere interessante non concentrarsi solo sulla produzione militare, per cui l’interlocuzione con Ministero della Difesa è sempre aperta, ma andrebbe tenuto in considerazione anche il civile”.

E ancora: “La manutenzione dei veicoli non era mai stata considerata di serie b, anzi richiede competenze e know how complessi, non va a mio parere esternalizzata ma portata avanti da Piaggio Aero in prima persona”. Una partita tutta da seguire.