Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mathas e Rasero ancora in aula, dall’omicidio del piccolo Ale ad oggi: destini incrociati in tribunale

Genova. Sono arrivati a palazzo di Giustizia a pochi minuti di distanza l’uno dall’altra, Caterina Mathas e Antonio Rasero. Lei a processo per l’omicidio del figlio, il piccolo Alessandro, morto in un residence di Nervi nel marzo di 4 anni fa. Per quella morte il brocker genovese era stato condannato in primo grado a 26 anni di reclusione, assolto invece in appello. La sentenza definitiva della Cassazione arriverà il prossimo 9 aprile.

coollage

Rasero è arrivato in Tribunale come parte offesa in un processo indirettamente collegato a quei fatti. Il giorno in cui Rasero usci dal carcere, il 7 febbraio di due anni fa, fu derubato di una delle buste che contenevano gli affetti personali da parte di un cittadino marocchino uscito dalla casa circondariale di Marassi insieme a lui che, evidentemente, aveva approfittato del caos mediatico intorno al brocker appena rilasciato per compiere il gesto.

Rasero e la Mathas si troveranno comunque presto nella stessa aula di tribunale, probabilmente il mese prossimo quando lui sarà chiamato a testimoniare dal pubblico ministero Marco Airoldi e dovrà, ancora una volta, raccontare la sua verità su quanto accadde quella notte