Quantcast
Cronaca

Incidente mortale a Paraggi, Andrea Miroli confessa di aver assunto droga: arrestato il figlio di Puny

paraggi villa silvio berlusconi

Paraggi. Con il passare delle ore si vanno chiarendo i retroscena dell’incidente mortale avvenuto ieri pomeriggio a Paraggi. Andrea Miroli, figlio di Luigi Miroli, ‘Puny’, titolare dell’omonimo noto ristorante sulla piazzetta di Portofino, è stato arrestato per omicidio colposo, visto che lui stesso avrebbe confessato di aver assunto eroina e cocaina prima di mettersi alla guida della sua Audi. Circostanza confermata dagli esami tossicologici, che hanno rilevato tracce di droga nel sangue.

Prima di essere sottoposto ai prelievi presso l’Ospedale di Lavagna ha dichiarato di essere in cura con il metadone presso il Sert perché tossicodipendente. Miroli era alla guida della sua macchina lungo la strada per Portofino quando, dopo una curva, si è scontrato frontalmente contro la moto di un agente di polizia municipale, Stefano La Rizza, 31 anni, che è morto sul colpo.

Secondo le prime informazioni, inoltre, pare che l’automobilista fosse sprovvisto di patente, ritiratagli qualche tempo prima. Dell’indagine, svolta dai carabinieri, si occupa il pm Stefano Puppo.