Cronaca

Gronda, via all’Osservatorio tra le prescrizioni ministeriali e i tentennamenti di Autostrade

Genova. Si terrà domani pomeriggio nella sala Giunta Nuova di Palazzo Tursi la prima riunione dell’Osservatorio sulla Gronda, organo puramente consultivo che vedrà però per la prima volta la partecipazione di Società Autostrade, concessionario dell’opera, cui il Ministero dell’Ambiente ha indicato 43 prescrizioni nell’ambito della procedura di Via.

Ora, dopo l’ultimo ok, seppur condizionato, dovrebbe partire la conferenza dei servizi che dovrà portare alla progettazione definitiva ma sembra proprio società Autostrade ad aver rallentato il passo: da un lato non ha ancora chiesto – come avrebbe potuto – la convocazione della Conferenza dei servizi – dall’altro ha recentemente definito la Gronda un’opera “utile ma non indispensabile”. Certamente le prescrizioni ministeriali non sono state una bella notizia perché fanno lievitare i costi dell’opera stessa. Tanto che secondo alcune voci non confermate società Autostrade starebbe meditando un ricorso al Tar contro le prescrizioni.

Di questo e di altro si parlerà domani pomeriggio “ma si tratterà certamente di un primo incontro molto generale” dice Paolo Gozzi, rappresentante del Consiglio comunale genovese all’interno dell’osservatorio. Per la Giunta dovrebbe essere presente il sindaco Marco Doria, ma molto probabilmente sarà il vice sindaco Stefano Bernini a rappresentarlo.

Più informazioni