Quantcast
Cronaca

Genova, polpastrelli bruciati dagli acidi e ovuli di droga nella stomaco: pusher arrestato e ricoverato

Galliera - pronto soccorso

Genova. Era da poco uscito dal carcere il cittadino trentenne del Gabon che ieri sera è stato arrestato dalla volante del Commissariato Prè. Gli operatori in servizio di controllo hanno notato l’uomo, già conosciuto, intento a parlare con due tossicodipendenti, prenderne il denaro e consegnare un piccolo involucro estratto furtivamente dalla bocca. Istantaneamente fermato, questi aveva palesemente difficoltà nel parlare e alla richiesta degli operatori di aprire la bocca, deglutiva vistosamente più volte con lo scopo di ingoiare le dosi di stupefacente.

L’uomo, previo parere del medico del 118, è stato accompagnato al Galliera per una Tac che ha evidenziato la presenza di numerosi ovuli e la necessità di trasferirlo all’Ospedale di Voltri dotato di apparecchiature in grado di filtrare e selezionare i “prodotti dell’intestino”.

Complessi i rilievi dattiloscopici della Scientifica intervenuta per l’identificazione, dal momento che i polpastrelli del gabonese risultavano bruciati da sostanze acide ed abrasive, così da renderne arduo il riconoscimento. Ciò nonostante l’uomo è stato arrestato e piantonato in attesa di “liberarsi dalla droga”.