Cronaca

Genova, medicinali scaduti in farmacia. Federfarma: “Accertamenti in corso, possibile errore umano”

Genova. “Gli accertamenti da parte dei carabinieri del Nas sono in corso. Nutriamo la massima fiducia nel loro operato, ma sappiamo che tutto era in regola nella farmacia controllata. Qualora la vendita sia stata effettivamente effettuata, resta solo l’ipotesi di un errore umano”. Questo il commento del presidente di Federfarma Genova Giuseppe Castello sulla presunta vendita, da parte di un farmacista genovese, di un farmaco scaduto ad un cliente che ha denunciato il fatto ai carabinieri. Alla denuncia è seguito un sopralluogo dei carabinieri del Nas che ha dato esito negativo.

Castello invita alla cautela: “Il collega ha dimostrato agli inquirenti di avere i registri ed il magazzino in perfetta regola – ha aggiunto il presidente di Federfarma Genova – Se le ulteriori verifiche dell’Autorità giudiziaria confermassero la vendita, non rimane che sottolineare che il problema è stato causato da un errore, a cui tutti possono essere soggetti, anche in un ambiente sottoposto a strettissimi protocolli di verifica, interni ed esterni, come è ogni farmacia”. Castello conclude rinnovando la “Piena fiducia nell’Autorità giudiziaria”.