Quantcast
Cronaca

Genova, carta acquisti contro la povertà: 313 domande idonee, domani l’elenco

emanuela fracassi

Genova. Una carta magnetica su cui l’Inps accrediterà bimestralmente una somma, da 231 a 404 euro, spendibile nei negozi abilitati o presso gli sportelli di Poste Italiane. Domani anche Genova, tra le 12 città italiane scelte, pubblicherà, sul sito del Comune, l’elenco provvisorio di idonei, non idonei e sospesi per la carta acquisti sperimentale, misura nazionale della durata di un anno, che interessa dodici città italiane con più di 250.000 abitanti, finalizzata a contrastare la povertà delle famiglie più marginali rispetto al mercato del lavoro e con figli minorenni.

Il Ministero ha assegnato al capoluogo ligure complessivamente 2.565.578 euro, che potrebbero soddisfare 645 richieste per un anno di sostegno.

La valutazione delle domande da parte dell’Inps avviene a conclusione di un difficoltoso iter, iniziato con la pubblicazione del bando pubblico da parte del Comune nel giugno 2013.

Così come è avvenuto in altre città, a causa dei requisiti molto ristretti stabiliti dal Ministero, circa l’80% delle domande non è rientrata nei parametri. Su 990 richieste presentate, infatti: 313 (pari al 31,6 per cento delle domande ricevute) sono state valutate idonee; 630 (pari al 63,6 per cento delle domande ricevute) sono state ritenute non idonee; 47 pratiche (pari al 4,7 per cento delle domande ricevute) sono state sospese.

In particolare, non rientrano nei requisiti coloro che hanno perso il lavoro prima dei 36 mesi antecedenti la domanda considerati dal bando e coloro che hanno percepito oltre 4.000 euro di reddito nei 6 mesi antecedenti la presentazione della domanda.

Per i richiedenti risultati non idonei o sospesi è possibile presentare richiesta di chiarimenti entro venerdì 11 aprile agli sportelli municipali presso i quali è stata presentata la domanda.

Gli interessati, nei prossimi giorni, riceveranno a casa una lettera dal Comune che specificherà le motivazioni di non idoneità o di sospensione e le modalità di presentazione della richiesta di chiarimenti.

Gli idonei indicati dall’Inps nell’elenco provvisorio e collocati in posizione utile sono 154. Questi riceveranno a breve dal Comune una lettera di informazione circa l’erogazione della misura. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sta completando l’iter per l’individuazione del gestore, presumibilmente Poste Italiane, che emetterà e consegnerà agli utenti beneficiari la Nuova Carta Acquisti Sperimentale della durata di un anno. Gli accrediti, che saranno bimestrali, varieranno da 231 a 404 euro. Come previsto dal decreto ministeriale, il 50 per cento dei nuclei familiari beneficiari della misura saranno destinatari di un progetto personalizzato di presa in carico da parte dei servizi sociali comunali.

Delle 313 domande risultate idonee, 159 sono momentaneamente ferme in attesa della gestione delle richieste di chiarimenti che perverranno da parte dei richiedenti risultanti a oggi non idonei o sospesi i cui esiti determineranno la graduatoria definitiva che sarà pubblicata indicativamente entro il 15 maggio 2014.

“Siamo dunque alla partenza della misura, ma è necessario sottolineare come sia necessario essere più tempestivi ed efficaci nel mettere in campo provvedimenti contro la povertà, come abbiamo dichiarato in molti assessori in un recente incontro con il Ministero in ANCI nazionale. Auspichiamo – dichiara l’assessore Emanuela Fracassi – che il nuovo Governo istituisca misure strutturali, flessibili e non sporadiche nel sostegno alle categorie in condizioni di difficoltà o di povertà”.