Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

G8 di Genova: domani riunione delle commissione disciplinare per Caldarozzi e Ferri

Genova. La commissione disciplinare si riunirà domani presso la seconda sezione della Corte d’appello di Genova per decidere l’eventuale sanzione a carico di due poliziotti già condannati in sede penale per l’irruzione alla scuola Diaz durante il G8 del luglio 2001 a Genova. Sono l’ex capo dello Sco Gilberto Caldarozzi e Filippo Ferri che era capo della Mobile della Spezia all’epoca dei fatti.

La corte d’Appello ha deciso il procedimento disciplinare per quei poliziotti che, pur condannati in via definitiva, non hanno perso il posto di lavoro per decisione del Ministero che ha ritenuto “colposa” la loro condotta. Il tribunale di sorveglianza aveva deciso la detenzione domiciliare per entrambi dopo la sentenza della Cassazione. Per tutti e due il residuo pena, in parte già scontato, era di otto mesi. Caldarozzi e Ferri, al momento, sono sospesi dal servizio. Sono difesi dall’avvocato Valerio Corini.

E’ stato il procuratore generale Vito Monetti a promuovere l’azione disciplinare che, prossimamente, riguarderà anche altri poliziotti sempre per i fatti del G8. Lo aveva annunciato durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario. La commissione domani sarà composta dal presidente Maria Rosaria D’Angelo, da un giudice a latere e da un ufficiale di polizia giudiziaria mentre l’accusa sarà sostenuta dal sostituto pg Ezio Castaldi. E’ stato spiegato che “questo tipo di procedimento disciplinare avviato dalla Corte d’appello non ha nulla a che vedere con i provvedimenti penali e con analoghi procedimenti che fa il ministero degli Interni”.