Quantcast
Economia

Esaote, vertice su occupazione e trasferimento agli Erzelli: Tursi si impegna a far rispettare l’accordo

protesta esaote, corteo

Genova. Nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra sindacati di categoria, le Rsu di Esaote e l’assessore allo Sviluppo economico Francesco Oddone, con la presenza del presidente del Municipio Medio Ponente Giuseppe Spatola. La riunione ha avuto luogo a seguito delle ultime notizie sulla situazione occupazionale di Esaote, che ha visto la mancata riconferma di 4 lavoratori della produzione, evento che ha portato a uno sciopero il 25 febbraio scorso.

In particolare, le organizzazioni sindacali hanno manifestato la preoccupazione che questo genere di azioni possa rappresentare un disimpegno di Esaote sul fronte della produzione e come questo possa essere negativo in relazione al futuro trasferimento a Erzelli. Le OO.SS. hanno ricordato che sono in attesa da tempo del piano industriale che delinei il futuro dell’azienda, ma ritengono che il management, attraverso gli eventi descritti, stia anticipando le decisioni contenute nel piano.

Le parti hanno poi ricordato l’accordo firmato in data 22/4/2011 tra Comune di Genova, Provincia, Esaote, Oms Ratto e Confindustria Genova, con riferimento ai termini di trasferimento a Erzelli e all’indicazione esplicita del consolidamento e dello sviluppo del gruppo sul territorio genovese, quali ragioni e obiettivi del trasferimento: sarebbero stati mantenuti sia i livelli occupazioni che le lavorazioni, compresa la produzione, esistenti al momento della firma.

I sindacati hanno sottolineato come la non riconferma dei lavoratori in produzione da parte di Esaote sia una violazione dell’accordo e che qualora venisse confermata l’ipotesi di esternalizzazione della produzione, la validità dell’accordo stesso verrebbe messa in seria discussione. Il presidente Spatola ha ricordato poi il difficile percorso che portò all’accordo sopra citato, il quale contiene anche un’importante variazione del Puc e come fossero state proprio le ragioni di sicurezza occupazionale a permettere la riuscita della trattativa. Ha poi ricordato la valutazione fatta dal Municipio il 26 febbraio scorso, a seguito di un’audizione delle rappresentanze sindacali di Esaote in cui viene chiesto di convocare il tavolo di consultazione previsto dall’accordo.

L’assessore Oddone, recependo le preoccupazioni delle parti e convenendo sulla necessità che i termini dell’accordo vengano rispettati nell’interesse dei lavoratori, dell’azienda e del suo trasferimento a Erzelli, la cui importanza è stata ribadita, si è fatto promotore di un’iniziativa di confronto con i vertici di Esaote per verificare lo stato del trasferimento e le intenzioni del gruppo.