Quantcast

Corte dei Conti della Liguria: nel 2013 condanne per 4 milioni e mezzo di euro

corte dei conti

Genova. Si è tenuta questa mattina a Genova l’inaugurazione dell’anno giudiziario della Corte dei Conti della Liguria. Un’occasione per fare il bilancio del 2013 conclusosi da qualche mese. La Corte nell’anno passato ha emesso sentenze di condanna per 4 milioni e mezzo di euro. I giudizi di conto sono stati 1.300. Per quello che riguarda il contenzioso pensionistico 81 i ricorsi, 177 quelli definiti e 93 i pendenti. Una parte rilevante del contenzioso pensionistico ha riguardato l’accertamento dei benefici connessi all’esposizione da amianto.

Il presidente Luciano Coccoli ha sottolineato come “tutti i sindaci liguri siano stati invitati a fornire gli elenchi degli agenti di riscossione che maneggiano il denaro pubblico, al fine di una corretta rendicontazione”.

Nella sua relazione, il presidente ha sottolineato che per verificare se l’uso di denaro pubblico avviene in modo corretto “bisogna che il personale amministrativo della Corte dei Conti
abbia specifiche competenze”. Il magistrato ha evidenziato che “l’aumento dell’esame dei conti giudiziali non può prescindere da un necessario e corrispondente aumento delle risorse umane con le quali fare fronte alle complesse esigenze inerenti la revisione dei numerosi conti, circa 16 mila”.

Per Coccoli, poi “serve una maggior collegamento tra la sezione di controllo e quella giurisdizionale della Corte dei Conti per migliorare il funzionamento dell’organismo contabile. Il tutto per evitare una possibile mala gestione delle pubbliche risorse”.