Quantcast
Cronaca

Arenzano, fanno foto “osè” al parco: il giudice di pace le assolve

aula tribunale

Genova. Processate e assolte per “la particolare attenuità del fatto”. Così il giudice di pace ha deciso per quattro ragazze diciottenni che nel febbraio 2010 avevano realizzato un book fotografico nel parco di villa Negrotto Cambiaso ad Arenzano, indossando solo gli slip e coprendosi il seno con le mani e un cappello.

La scena non era passata inosservata e una madre indignata per lo “spettacolo troppo spinto”, aveva chiamato i carabinieri. La macchina fotografica era quindi stata sequestrata, mentre le ragazze erano state denunciate per atti contrari alla pubblica decenza.

La difesa ha sostenuto che il comportamento delle giovani “non offende il senso del pudore e non rappresenta un insulto alla pubblica decenza. In televisione – ha detto l’avvocato Giusy Morabito – durante la fascia protetta si vedono immagini ben più spinte, anche nelle varie pubblicità, rispetto a come si presentavano le quattro ragazze che, tutto sommato, si erano anche posizionate vicino ad alcune siepi”.