Quantcast
Cronaca

Villa Scassi, si uccide impiccandosi nel bagno del reparto di psichiatria: aperto fascicolo per omicidio colposo

villa scassi

Genova. Aveva già provato invano a uccidersi lo scorso ottobre, poi ci aveva riprovato qualche giorno fa, esattamente il giorno di San Valentino. Aveva inghiottito un mucchio di pillole, ed era stato per questo ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Villa Scassi a Sampierdarena.

Propri ieri però era stato trasferito nel reparto di Salute mentale, ma verso le 22.30, appena rimasto solo, si è chiuso in bagno e si è impiccato. L’uomo, un 64enne, soffriva di forti disturbi depressivi. Il sostituto procuratore Federico Manotti ha aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti.

L’obiettivo è capire se i protocolli del reparto prevedano o meno che un paziente dalle chiare intenzioni suicide debba essere in qualche modo protetto dai suoi intenti, magari attraverso un controllo a vista oppure l’uso di psicofarmaci.

Più informazioni