Quantcast
Cronaca

Traffico di anabolizzanti tra Genova e l’Est Europa, pm chiede un anno e 8 mesi per Luca Moglia e Federico Bacigalupo

palazzo di giustizia tribunale genova

Genova. Il sostituto procuratore Biagio Mazzeo ha chiesto un anno e 8 mesi di reclusione per detenzione di anabolizzanti e traffico illecito di farmaci ad azione dopante per Federico Bacigalupo e Luca Moglia.

Si tratta di due dei tredici indagati dell’operazione “Papera e Healt Hazzard” condotta dai carabinieri dei Nas, che è riuscita a porre fine a un’organizzazione con base a Genova e collegamenti in Polonia con un giro d’affari di circa 100 mila euro l’anno e che aveva portato a tre arresti fra ui quello di Fabrizio Canazza che gestiva un night a in zona Fiumara e ha già patteggiato la pena per gli anabolizzanti, mentre era indagato per la scimitarre e i pugnali non denunciati trovati nel locale, per i quali è stata oggi chiesta l’assoluzione.

Mazzeo ha anche chiesto l’assoluzione per gli altri indagati del processo: Davide Convalle (35 anni), Mario Angelucci (43 anni), Davide Franco Cortella (di 34 anni), Michele De Santis (30 anni), Cristian Lateana (26 anni), Fabrizio Noli (45 anni), Giuseppe Parisi (39 anni), Francesco Lombardo (43 anni), Federico Rossi (40 anni) il pm ha chiest invece l’assoluzione. L’udienza è stata rinviata al prossimo 19 aprile.

Più informazioni