Quantcast
Sport

Rugby, Recco ospita un test internazionale giovanile: due i liguri convocati

Recco. Rugby internazionale a Recco. Mercoledì 19 febbraio al campo Carlo Androne, alle ore 15, è in programma un test amichevole tra la selezione Italia Under 17 e le selezioni Accademie Francia Sud Under 17.

Entrambe le rappresentative si alleneranno domani, lunedì e martedì sullo stesso terreno sintetico di Recco; gli italiani sono alloggiati all’Hotel La Manuelina La Villa ed i transalpini da O’ Vittorio, storico locale sempre di Recco.

La selezione degli azzurrini, in totale ventinove ragazzi nati nel 1997 ed uno nel 1998, è guidata tecnicamente da Mattia Dolcetto e Paolo Grassi. I convocati sono Baldino (Villorba), Banzato, Dal Zilio, Morona e Zanon (Benetton Treviso), Bardella e Manfredi, Schiabel (Amatori San Donà), Bianchi (Vasari Arezzo), Bonfiglio e Mokom (Viadana), Ceccato (Tarvisium), Ceciliani e Fontana (Grande Milano), Colitti, Manni, Panunzi e Salvatori (Unione Capitolina), Cosi (Firenze), Dho (Valledora), Ferrarese e Papa (Benevento), Martani (Calvisano), Mordacci (Amatori Parma), Perotto (Feltre), Riccioni (L’Aquila), Rimpelli (Reggio Emilia), Zago (Petrarca Padova) e i due liguri Gabriele Leveratto ed Alessandro Regestro (Province dell’Ovest).

La stessa selezione azzurra Under 17 sabato 22 febbraio sarà nuovamente impegnata in un altro confronto amichevole, a Livorno, al campo Montani in via dei Pensieri alle ore 12,30, con la selezione delle Accademie della Francia del Nord Under 17.

“Penso che l’appuntamento di mercoledì prossimo in programma a Recco sia una ulteriore conferma dell’attenzione che, a livello nazionale, viene riconosciuta alla nostra regione. Peraltro Recco negli ultimi anni ha avuto spesso il privilegio di ospitare incontri come quello in programma la prossima settimana – dichiara Ulisse Becher, tecnico regionale -. Per gli appassionati liguri, per i giocatori, e per tutti gli addetti ai lavori, rappresenta un’eccellente occasione di confronto, una vetrina per tutti i nostri giovani che durante gli weekend riempiono i campi della Liguria, per divertirsi con una palla ovale”.

Le nuove attività accademiche, i centri di formazione, l’impegno profuso a livello tecnico dai vari club potranno migliorarne il livello generale? “La recente riorganizzazione del percorso formativo degli atleti italiani di eccellenza – spiega Becher -, attraverso l’istituzione dei Centri di Formazione territoriali e l’implementazione delle Accademie zonali, mi fa pensare che nelle nazionali juniores approdino atleti dalle indubbie qualità tecnico/atletiche, pertanto penso ci si possa aspettare che da questo gruppo di ragazzi vengano fuori talenti che possano vestire la maglia della nazionale maggiore”.

Nelle foto: un’azione di un test tra Italia e Francia giovanili; Alessandro Regestro e Gabriele Leveratto.

Più informazioni