Quantcast

Roma-Sampdoria, Mihajlovic: “Faremo la nostra gara, mi mancheranno i fischi dei loro tifosi”

mihajlovic sampdoria

Genova. Sinisa “il laziale” torna all’Olimpico di Roma. Stavolta non da giocatore, ma da tecnico della Sampdoria. Domani sera, ore 20.45, c’è Roma-Sampdoria. Partita strana, con i giallorossi acciaccati e senza Totti e sui quali pesa ancora l’onta del rotondo 3-0 rimediato contro il Napoli in Coppa Italia. Partita strana anche perché senza pubblico: la Corte di giustizia della Federcalcio ha infatti confermato la chiusura per due turni dellecurve dell’Olimpico per cori di discriminazione territoriale. La società giallorossa ha deciso di presentare ricorso d’urgenza all’Alta Corte di giustizia del Coni, ma questa è un’altra storia.

Il tecnico della Sampdoria Mihajlovic parte proprio da questo, ricordando il suo passato nella Lazio: “Le curve chiuse a Roma? Mi mancheranno i fischi dei tifosi giallorossi. Ho giocato anche con la Roma, ma senza dubbio sono rimasto molto più legato alla Lazio dove ho vinto molto”.

Poi si passa al campo, dove appunto non ci sarà Totti. “Mi sarebbe piaciuto vederlo in campo, sarebbe stato un elemento in più per verificare la nostra forza davanti ad una squadra che è molto forte anche senza di lui”.

Alla fine elogi per il tecnico avversario Garcia e la promessa di veder scendere in campo una Samp senta alcun timore: “Ha portato una mentalità d’attacco, come Benitez, ma le loro squadre riescono a mantenere gli equilibri che cerca il calcio italiano. La Roma gioca molto bene, per noi sarà difficile, ma faremo la nostra gara cercando il risultato”.