Quantcast
Politica

Rapallo, Lega Nord: “Città Europea dello Sport, un successo non omologato”

castello di rapallo

Rapallo. Già durante l amministrazione Costa avevamo attaccato Sindaco e giunta per la decisione di candidare Rapallo a CITTÀ EUROPEA DELLO SPORT 2014 , un vessillo di dubbia utilità , un riconoscimento ricevuto tramite un obolo , che non crediamo porti nulla alla cittadinanza.

E’ notizia di alcuni giorni fa che lo stadio cittadino ha perso l omologazione e che quindi una delle squadre della città non potrà più giocarci , le altre che militano ad una categoria inferiore potranno continuare invece ad utilizzare questa scintillante struttura con , spogliatoi decadenti e umidi, campo ormai distrutto dagli anni di utilizzo che necessita di una sostituzione pressoché immediata , sporcizia ovunque e spazi riservati alle società inadeguati , crediamo che ogni società cittadina che porta il nome di Rapallo abbia diritto ad una sede all’interno del campo e di un magazzino se non altro per l opera che svolge per la città.

Invece che spendere tempo e risorse economiche per quel inutile vessillo non sarebbe stato meglio ristrutturare il macera, rendere a Norma il poggiolino , ormai un cumulo di macerie, ristruttura e ammodernare la piscina per dare ancora più lustro alla pallanuoto e ancora valorizzare lo scherma o la pallavolo cittadina.
Discorso a parte ,crediamo che sommando tutti i canoni di affitto spesi per la Casa della Gioventù , ad oggi le amministrazioni precedenti avrebbero potuto costruire un palazzetto dello sport comunale che servirebbe la cittadinanza gratis.Crediamo che invece di cercare questi riconoscimenti sarebbe stato meglio spendere
le risorse per rendere gratuito lo sport ai bimbi di Rapallo perché prima di tutto per
noi vengono i nostri concittadini.

Non si e’ mai vista una città europea dello sport con le strutture migliori in affitto e con quelle di proprietà fatiscenti , chiediamo alla cittadinanza di meditare …

LEGANORD Rapallo
Il segretario Vecchia
Gabriele

Più informazioni