Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primarie segreteria PD Liguria, Lunardon: “Vittoria netta in quasi tutta la Liguria”

Liguria.  La lunga notte delle primarie del Partito Democratico si conclude con il sorriso di Giovanni Lunardon che arriva a un soffio dai 126 delegati necessari per essere incoronato immediatamente come successore di Lorenzo Basso alla guida del PD in Liguria. Lunardon ha infatti vinto nel ponente ligure, e nei tre seggi della provincia di Genova ma il dato del collegio spezzino, lascia in bilico la proclamazione. A decidere ora saranno sabato prossimo i 250 delegati eletti, 120 già a favore di Lunardon.

giovanni lunardon

“Sono soddisfatto e ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto in questa campagna. Ho girato tutti i territori liguri e devo dire che ho trovato grande entusiasmo e partecipazione. Gli sforzi sono stati premiati. Ho vinto quattro dei cinque collegi in regione, maturando la maggioranza dei delegati e sono pronto a presentarmi all’assemblea per avere la maggioranza”. Queste le prime parole di Giovanni Lunardon dopo l’esito delle primarie del Pd per la segreteria ligure.

“Il dato che conta è quello dei delegati e non dei voti complessivi e per poco non è arrivata l’elezione diretta” aggiunge Lunardon.

“Ci sono stati alcuni dati anomali soprattutto nei comuni del ponente savonese e dell’entroterra imperiese dove si registrano numeri eclatanti anche al di là dei consensi del Pd alle politiche. Verificheremo, comunque non voglio fare polemiche e guardare oltre per lanciare un nuovo corso nel partito democratico della Liguria…” sottolinea ancora Lunardon.

“Sono contento di questo risultato e nei collegi genovesi c’è stata una grande affermazione…Ora mi rivolgerò a tutti i delegati dell’assemblea per ottenere il consenso e aprirò il confronto anche con gli esponenti eletti con Gaggero, come è giusto che sia, per conquistare la maggioranza. Ci sono elementi di unione e vicinanza politica e sono convinto di ragionare con loro per arrivare alla guida della segreteria regionale. Sono molto fiducioso….” conclude Lunardon.